Home

 

.

REGOLARE LA SPINTA DEL KITE

Quando sarete in navigazione con il kite, ovvero in planata (non ci sono altre possibilità visto che la tavola ha sempre dimensioni ridotte è non può sostenere il peso del rider da fermo) il kite si comporterà in modo diverso da come si comporta in spiaggia.

Il motivo è semplice ed è il vento apparente…cioè quel vento (con direzione diversa dal vento reale) generato dal movimento del kite nell’aria.
Ciò permetterà sostanzialmente al kite di volare a diverse quote dalla superficie dell’acqua.
A seconda di come posizionerete il kite nella vostra finestra di volo (ovvero porzione del cielo in cui il kite vola e non precipita) avrete diverse azioni di spinta.
Più il kite è basso sull’acqua e più avrete spinta all’avanzamento ma meno scarico di peso.
Più il kite è allo zenit più avrete scarico di peso e meno spinta all’avanzamento.

Questo cosa vuol dire?
Che dovete regolare continuamente il vostro kite a seconda della spinta desiderata.
In condizioni di vento costante e perfetto per il vostro kite non ci sarà bisogno di manovrare molto. Ma è proprio quando il vento è incostante (raffiche) o insufficiente che dovrete abituarvi a manovrare di più il kite per rimanere in planata senza scarrocciare o prendere troppa velocità. Pinnette per tavole da Kitesurf
Tutte i tipi di tavole da kitesurf possono fare uso di pinnette o essere tavole senza pinnette (finless). Anche se le pinnette possono aiutare molto per le andature di bolina, cioè per risalire il vento, la funzione principale delle pinnette nel kitesurf è quella di far andare la tavola diritta.
In realtà, sopratutto nelle twintip, è il bordo sopravento a funzionare da pinnetta fornendo resistenza allo scarroccio e permettendo di risalire il vento in bolina.

Risalire il vento, andatura di bolina
Per risalire il vento, cioè andare contro la direzione del vento, il kitesurfer tiene l’aquilone con le mani e trasferisce le forza del vento alla tavola attraverso i piedi; quindi il centro della forza è di solito tra i due piedi.
Il kitesurfer può quindi muovere il centro della forza spostando leggermente il proprio peso sul piede posteriore o sul quello anteriore.
Per andare di bolina nel kitesurfing il kitesurfer deve muovere entrambi il centro della forza e quello della resistenza:
  
1. il punto dove agisce la forza trasmessa dai piedi deve essere arretrato, quindi bisogna caricare il peso maggiormente sul piede posteriore
  
2. anche più importante è spostare la resistenza in avanti e questo lo si ottiene facendo pressione sul bordo sopravvento della tavola inclinando quindi la tavola da kitesurf nell’acqua tra i 15 e i 45 gradi.

Quindi per risalire il vento con il kiteboard, peso su gamba posteriore e bordo sopravento. Il bordo sopravvento è quello che prende per primo il vento, il  bordo sottovento della tavola per kitesurfing è quello che prende il vento dopo che questo è passato per il bordo sopravento.

 



2006– © Kite-tecnica.it — Franco Russo