Home

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

 

 

 

 

PREMESSA AL KITESURF


Il Kitesurfing e' una nuova eccitante disciplina sportiva che e' letteralmente esplosa qualche anno fa sulle spiagge di Maui alle Hawaii, dilagando poi in tutto il mondo.

In sostituzione della tradizionale vela da windsurf si utilizza la potenza sviluppata da aquiloni manovrabili a due o quattro cavi dalla incredibile capacità di traino, paragonabile a quella di un potente motoscafo; inoltre l'aquilone aggiunge, oltre a questa notevole forza di trascinamento, anche la trazione verticale, permettendo agli atleti salti fino ad ora inimmaginabili.

Nonostante sia solo agli inizi, il kitesurfing ha un'origine lontana nel tempo che si colloca nelle isole Indonesiane.
La paternità moderna dello sport si deve però a due fratelli francesi, i Legaignoux, che negli anni Ottanta hanno studiato un aquilone per il traino di una tavola da surf.

Il battesimo ufficiale della disciplina si deve però a un cittadino d'Oltralpe, Manu Bertin, il primo a usare l'aquilone al posto della vela da windsurf, era il 1996.
Inizialmente i primi atleti usavano in genere tavole da surf modificate e rinforzate, ora l'ampliamento e lo sviluppo tecnico della gamma di vele ha permesso la realizzazione di tavole specifiche per il kite, il cui utilizzo dipende dalle condizioni di acqua e vento nelle quali i kiter si vengono a trovare.

Questo sport è recente e quindi molti aspetti tecnici sono in evoluzione e in continua trasformazione. Si impara dall'esperienza ma certamente i 'fondamentali' sono ormai codificati e strutturati.

Per diventare un buon kiter ci vuole pazienza, oltre a una buona dose di determinazione; ma soprattutto senso di responsabilità per sé e per gli altri.
Il kitesurf si impara gradualmente, non cercate di bruciare le tappe, sarebbe inutile, e non si pratica mai da soli. Uscite sempre con qualcuno, ne guadagnerete in sicurezza e in legami d'amicizia.

Il kiter deve essere in forma fisica ottimale. Se da anni state seduti a una scrivania prima di affrontare il kitesurf rimettetevi in forma.
Un po' di nuoto e di palestra non possono che farvi bene.

Il buon kiter è rispettoso dell'ambiente marino e della spiaggia, e naturalmente di tutti gli esseri viventi, bagnanti inclusi.

Volare è sempre stato il nostro sogno, l'acqua la nostra passione…aspettavamo da tempo qualcosa che unisse i due elementi....era il kitesurf.
Da quel giorno abbiamo spento la televisione ed abbiamo iniziato ad andare in mare…e in cielo.

 



WINDREPORT:

 

2006– © Kite-tecnica.it — Franco Russo